Come Realizzare una Schiuma da Barba Perfetta

Uno dei maggiori protagonisti della rasatura bagnata è la crema da barba. È da sempre il prodotto principe per avere un’ottima schiuma da barba ed inoltre, è gentile e delicata sul tuo viso. A volte, comunque, può essere complicato radersi anche con la miglior crema da barba. Speriamo quindi di fornirvi qui un metodo semplice ma efficace che vi permetterà d’ottenere una schiuma densa e cremosa dalla vostra crema da Barba.

Per prima cosa recuperate tutto il materiale necessario. Noi vi consigliamo un pennello da barba con setole di tasso, che può essere scelto seguendo questa guida sul pennello da barba su Barbaperfetta.net, una crema da barba e una robusta ciotola come quella in porcellana, dove montare la vostra schiuma. Mettete in ammollo il pennello e bagnare la ciotola con acqua calda. Questo aiuterà a scaldare la ciotola e a preparare il pennello per la creazione della schiuma.

-Quando pronti, una quantitativo di crema pari ad una mandorla e metterla nella ciotola calda.
-Togliere il pennello dall’acqua calda e scuoterlo delicatamente per rimuovere l’acqua in eccesso.
-Iniziare a far girare il pennello nella ciotola per creare la schiuma. A questo punto dovrebbe essere troppo densa e rimanere incollata alla ciotola.
-Aggiungere qualche goccia d’acqua e mescolare nuovamente. Procedere anche con qualche colpo dall’alto verso il basso per distribuire la crema al centro della ciotola, dove la “magia” della schiuma avviene.
-Continuare aggiungendo qualche goccia d’acqua finché non si forma un’abbondante quantità di schiuma.
-Quando pronta, la crema sembrerà come panna montata o bianchi d’uovo montati a neve.

Ecco, ora lo sapete!
Potrebbero volerci più tentativi, per evitare ad esempio d’aggiungere troppa acqua e produrre una schiuma troppo liquida. In ogni caso, sappiamo che se userete questo metodo riuscirete a produrre moltissima schiuma in men che non si dica!

Come Fare un Sacco Patchwork per il Piumone

Il sacco patchwork è realizzato in tela con tanti quadratini. E’ un’idea originale per mettere il piumone nel sacco. Nelle misure indicate per il taglio (cm 150 x 210) sono già calcolati cm 1 di margine per le cuciture e cm 2 sui lati esterni del lavoro. Il margine dello strato inferiore è calcolato di cm 5.

Occorrente
315 quadrati di tessuto di cotone fantasia cm 10 x 10
M 1,50 di tessuto di cotone verde alto cm 140 oppure m 2,20 dello stesso tessuto alto cm 90
M 2,20 di rasatello di cotone alto cm 160
Nastrino verde
Filo in tinta per cucire

Se i tessuti dei quadratini si sfilacciano facilmente ti consiglio di rifilare i margini con uno zig zag a macchina. Taglia tutti i quadratini nello stesso senso del tessuto (diritto filo). Ora taglia le strisce divisorie che uniscono i quadrati tra di loro: 28 strisce di cm 6 x 26 (divisorie verticali tra i quadrati patchwork).

Poi 6 strisce di cm 6 x 138 (divisori orizzontali tra i quadratini patchwork), 2 strisce di cm 10 x 194 (laterali), 1 striscia di cm 8 x 154 (bordo del lato superiore), 1 striscia di cm 8 x 154 (bordo del lato superiore), 1 striscia di cm 16 x 154 (bordo del lato inferiore). Quindi taglia prima le strisce lunghe.

Ricava le strisce più corte dai ritagli. Le strisce più lunghe devono essere composte da due o tre pezzi, dipende dalla stoffa disponibile. Ricordati di lasciare un margine di cm 1 per queste giunte. Ora inizia a cucire insieme i vari pezzi che compongono il copriletto come indicato nella fotografia.

Unisci i quadratini in tre file di tre in modo da formare dei quadratini di nove. Stira le cuciture aperte. I quadrati grandi sono in totale 35. Unisci i quadrati ottenuti con le strisce corte, costruendo così 7 file orizzontali. Unisci queste 7 file di 5 quadrati per fila, con le strisce di cm 6 x 138.

Cuci le 2 strisce laterali e per ultimo quella superiore e quella inferiore. Per confezionare il sacco, disponi il pezzo di patchwork sopra quello a tinta unita, diritto contro diritto, calcolando che sporgono cm 3 di margine sul pezzo in tinta unita. Cuci tutto intorno lungo tre lati, lasciando il quarto aperto per inserirci il piumone. Volta il sacco e stira. Chiudi l’apertura in fondo al sacco con tre o più nastri cuciti su ciascun margine.

Come Fare Millefoglie di Cioccolato

Questa ricetta è una millefoglie molto speciale. Puoi prepararla per tuo marito o fidanzato per la festa degli innamorati oppure per fargli una sorpresa speciale durante una cena a casa tua. In qualsiasi occasione è un dolce molto buono e abbastanza semplice da realizzare.

Occorrente
Ingredienti per 2 persone
100 gr di cioccolato fondente
1 dl d panna fresca
90 gr di cioccolato bianco
2 cucchiaini di caffè solubile
Fiorellini di zucchero per decorare

Per prima cosa spezzetta il cioccolato fondente, mettilo in un pentolino e scioglilo a bagnomaria. Disegna su un foglio di carta da forno otto cuori, devono essere tutti della stessa grandezza, adesso spennella tutto l’interno del disegno con il cioccolato che hai fuso e che lascerai indurire completamente.

Quando il cioccolato sarà freddo, stacca delicatamente i cuori dalla carta. Adesso fai sciogliere il caffè nella panna, poi scaldala in una casseruolina portandola al limite dell’ebollizione. A questo punto unisci il cioccolato bianco, poi mescola, quindi spegni il fuoco e lascia raffreddare completamente.

Monta il composto al caffè con la frusta elettrica fino a ottenere una mousse spumosa. Trasferiscila in una tasca per dolci montata con boccetta liscia e spremi la mousse su sei cuori di fondente, ricoprendoli. Sovrapponi i cuori, terminando con uno fondente, per formare due millefoglie. Decora a piacere con i fiorellini di zucchero colorati e servi.

Come Fare un Rombo in Salsa con Julienne di Verdure

Voglio proporvi oggi un secondo piatto di pesce molto prelibato: il rombo in salsa alla julienne. Se siete appassionati di pesce, in modo particolare del rombo, gusterete questa ricetta con molto piacere. Il tempo di cottura è di circa quarantacinque minuti.

Occorrente
8 tranci di rombo (1,6 kg circa)
6 dl di sidro
Una foglia d’alloro
100 g di carote
2 limoni
100 g di cipolle
100 g di sedano
100 g di burro
2 scalogni
2 cucchiai di farina
1 cucchiaino di prezzemolo tritato
Sale
Pepe

Nettate con cura i tranci di rombo e tuffateli in una terrina piena d’acqua fredda acidulata con il succo di un limone, cui avrete aggiunto un pizzico di sale, per sbiancarne la polpa; lasciateli a bagno per qualche minuto, poi scolateli, sgocciolateli e asciugateli tamponandoli con un canovaccio. Ponete i tranci di rombo in una capace pirofila, bagnateli con 1,5 dl di sidro e la stessa quantità di acqua, aggiungete il sale necessario, qualche grano di pepe, il succo del limone che resta e una foglia d’alloro; passate in forno già caldo (180°C) e fate cuocere per 30 minuti, rigirando delicatamente i tranci un paio di volte.

Nel frattempo, nettate le carote, le cipolle e il sedano, lavateli e tagliateli a julienne; ponete le verdure in una padella con 40 g di burro e lasciatele appassire a calore molto moderato per 15 minuti, senza far prendere loro colore. Dopodiché, fate sciogliere 25 g di burro in un pentolino (grande abbastanza da contenere poi anche la julienne), unite gli scalogni tritati e fateli rosolare dolcemente per 3-4 minuti; quindi bagnate il soffritto con il resto del sidro, alzate la fiamma e lasciate consumare il liquido fino a quando si sarà ridotto della metà; aggiungete allora il fondo di cottura del pesce (già filtrato) e mettete in caldo i tranci.

A questo punto, lavorate il resto del burro con la farina fino a ottenere un composto omogeneo; aggiungetene un pochino alla volta al miscuglio di sidro, incorporandolo con cura, e lasciate sobbollire dolcemente per qualche minuto, fino a quando avrete ottenuto una salsetta fluida. Unite allora la julienne di verdure e il prezzemolo tritato, regolate di sale, cospargete con una macinata di pepe e lasciate insaporire per 2 minuti. Intanto private i tranci di rombo della pelle, disponeteli sul piatto di portata, copriteli con la salsetta e la julienne di verdure e servite.

Come Fare un Ritratto con il Carboncino

Non è vero che sa disegnare bene solo chi possiede una dote naturale o è particolarmente dotato. Ricordati che per raggiungere soddisfacenti risultati sono necessarie volontà, costanza, una buona dose di passione e di impegno. In ultimo non dimenticare di aggiungere una goccia d’amore nelle cose che fai.

Occorrente
Matite hb 4b 8b cretacolor
Carboncino nero cretacolor
Carta da spolvero 34.5 x 49
Tempo di esecuzione 5 ore

Scegli una carta da disegno morbida e porosa in modo da ottenere effetti sfumati più particolari, matite di varie gradazioni e intensità, carboncino per creare vaste zone d’ombra.
Sfumini usati strofinando sui tratti a matita o a carboncino per ottenere sfumature estremamente delicate. Gomma e gomma matita per le correzioni.

Inizia creando la forma di base della testa tracciando con estrema leggerezza, ogni cosa prima di essere dettagliata deve passare lo stato della bozza, compresi gli elementi. Inizia a disegnare il volto partendo dal naso, in modo da regolarti con la direzione del volto,gli occhi e la bocca, lasciando i capelli per ultimi.

Un ritratto deve possedere un complesso chiaroscurale in grado di valorizzare la tridimensionalità del soggetto da rappresentare, comincia quindi a creare le ombre dove ci sono, lasciando più chiari i punti dove c’è luce.
Una volta finito il volto passa al resto del ritratto attenendoti sempre alla luce e l’ombra. Aiutandoti con lo sfumino e del carboncino inizia a sfumare le zone d’ombra,infine usa una gomma per accentuare le zone di luce.