Cosa Bisogna Sapere Prima di Iniziare una Dieta

Non c’è una donna al mondo che non desideri perdere almeno 2 kg anche solo per affrontare al meglio la prova costume. Si farebbe di tutto pur di indossare nuovamente quella gonna taglia 42, che entra strizzata o per accantonare per le maxi tshirt che utilizziamo per camuffare le curve in eccesso, e sfoggiare quel top attillato che ci piaceva così tanto. Alzi la mano chi non ha sperimentato tutti i metodi e le diete del mondo? Le trasmissioni televisive ottengono buoni ascolti quando invitano dietologi e nutrizionisti, soprattutto se fautori dell’ultima dieta miracolosa del momento.

C’è chi si precipita in libreria pur di accaparrarsi l’ultimo successo dell’esperto di alimentazione di turno e carpire tutti i segreti per smaltire qualche grammo di troppo. Ma servirà davvero a qualcosa? Ecco, secondo noi, i consigli da seguire per dimagrire senza affannarsi troppo. La prima cosa da fare è proprio quella di non leggere libri che parlano di diete che saturano le nostre menti, lasciandoci sempre sul filo del rasoio del corollario alimentare, facendo diventare la voglia di dimagrire, una perenne ossessione.

Il secondo passo da fare è quello di riflettere a fondo e valutare se il desiderio di perdere peso, sia davvero associato a un’esigenza concreta o solo al capriccio del momento. Influenzate dalle donne bellissime che appaiono sulle riviste patinate, ci sentiamo inadeguate e vogliamo per forza scimmiottarle, anche se questo ci costerebbe fatica e sacrificio, talvolta impiegati in maniera ingiustificata.

Se c’è da perdere solo qualche chilo allo scopo di calzare di nuovo la taglia persa dopo un periodo di stress o per via della gravidanza, allora è possibile farlo riducendo i carboidrati raffinati, eliminando per qualche mese i dolci e mangiando molta frutta e verdura. Se la vostra è una vita sedentaria, occorre fare anche un pò di sport cominciando da dei semplici esercizi di aerobica da realizzare anche in casa.

Se invece, la situazione è più preoccupante, e siete consapevoli di essere in sovrappeso, verificate se è così calcolando il vostro indice di massa corporea. Successivamente sarà meglio rivolgersi ad un nutrizionista che vi sottoporrà ad una visita completa e realizzerà per voi una dieta su misura. Nella maggior parte dei casi però, non c’è nessun problema evidente; ciò che diventa pericoloso è il rapporto con il nostro corpo e la bilancia. Non si ha davvero bisogno di dimagrire perchè il vero disagio è celato nella nostra psiche.

Dobbiamo accettarci così come siamo, cercando di mettere in risalto i nostri punti di forza e trasformando i difetti in caratteristiche peculiari, che ci differenziano dalla massa.

Come Struccare la Pelle

Abbiamo già parlato di quali accorgimenti adottare per curare e struccare una pelle grassa, e tendenzialmente acneica. Ma dopo gli “anta” la pelle comincia a “tirare” e si formano in diverse aree del viso rughette più o meno evidenti, che possono essere minimizzate se si scelgono trattamenti adeguati e un make-up che camuffi i punti più critici. Quando la cute appare molto sottile e poco compatta al tatto, bisogna correre ai ripari perchè ci troviamo di fronte ad un’epidermide arida e secca, che ha bisogno di molta idratazione.

I prodotti che non devono mancare nel nostro beauty sono struccante occhi a base di olii vegetali, contorno occhi ultra nutriente, olio detergente e tonico specifico per pelli secche e disidratate e crema giorno e notte, che siano ricche e corpose per nutrire a fondo la pelle, maschera rigenerante e peeling delicato.

Vediamo dunque come va struccato il viso. Prima di tutto imbeviamo un dischetto di cotone con della lozione occhi cercando di non strofinare troppo, per evitare di irritare e arrossare gli occhi. Stendere un pò di olio detergente su tutto il viso, senza trascurare il collo e subito dopo, utilizzare una salvietta o una spugnetta inumidita con acqua tiepida per eliminare le tracce di olio e i residui di make-up.

Successivamente tamponate, utilizzando un tonico privo di alcol per rassodare e rendere la pelle più soda e compatta. Applicare massaggiando delicatamente, la crema contorno occhi e picchiettare senza trascurare l’area delle tempie. Per rimuovere la pelle, utilizzeremo anche in queso caso un esfoliante, ma stavolta più delicato e contenente preferibilmente olii naturali al 100% da lasciare in posa per circa 10 minuti prima di essere risciacquato con acqua tiepida. La crema giorno, così come quella notte, dovrà essere viscosa e molto nutriente, contenente burri e olio vegetale, vitamine E, C, e Q10, in grado di idratare a fondo e prevenire l’insorgenza dei segni del tempo, che affliggono soprattutto le pelli secche e disidratate.

Per quanto riguarda il make up occorre utilizzare un fondotinta nutriente e levigante, evitando i prodotti compatti e in polvere, che tendono ad evidenziare le rughe. Per dettagli è possibile vedere questo sito sui fondotinta. In secondo luogo, è preferibile utilizzare ombretti opachi, o solo leggermente perlescenti. Quelli con finish shimmer tendono infatti a mettere in risalto la cute rilassata e le zampe di gallina. Anche il blush deve essere matt e preferibilmente in versione cremosa, mentre le labbra vanno illuminate utilizzando un rossetto brillante o un gloss rimpolpante.

Truccarsi per Correggere il Naso

Si trova proprio al centro del viso ed è ben visibile al nostro interlocutore. Se non si intende ricorrere al bisturi, è possibile camuffare le imperfezioni del naso, anche in modo soft con le tecniche del trucco. A seconda della forma, è possibile giocare con le sfumature scurendo alcuni punti e illuminandone altri; in tal modo si minimizza il difetto e si evidenzia il pregio.

Avete il cosiddetto naso greco? Sporgente sulla base dove non è presente la tradizionale incavatura, il naso greco va corretto utilizzando una terra marrone, che sarà più o meno chiara a seconda della nostra carnagione, e sfumandola proprio nella suddetta area.

Questo gioco di chiaro-scuro andrà a creare l’incavatura mancante e a generare l’effetto ottico desiderato. Avete il naso all’insù? In genere questo è considerato un pregio, ma se preferite minimizzare la punta, basta stemperare un pò di terra proprio in questa zona, in modo da schiacciare e abbassare la punta.

Se invece il vostro cruccio è la classica e antiestetica gobbetta sul naso (naso aquilino), niente paura. Per correggerlo occorre illuminare l’incavatura alla radice, utilizzando un correttore e una polvere illuminante, e scurire l’area della gobba utilizzando sempre la nostra terra. Se le cosiddette ali sono anch’esse molto voluminose, basta stemperare un pò di terra anche su di esse. Per tutte c’è una regola generale da seguire: quando il naso è “importante”, sarebbe meglio concentrare l’attenzione sugli occhi oppure sulla bocca, curando soprattutto il trucco dello sguardo, e se abbiamo la fortuna di avere labbra turgide e carnose, possiamo valorizzarle, utilizzando rossetti e lipgloss dai colori accesi, per enfatizzarle e distogliere l’attenzione dal nostro naso.

Come Nascondere le Occhiaie

Abbiamo dormito poco o stiamo attraversando un periodo di stress? Le cause che determinano le occhiaie sono diverse così come le tecniche per camuffarle, a giudicare dai metodi adottati dai vari make-up artist. Oggi ve ne suggeriamo in particolar modo uno, che potrebbe essere utile per minimizzare con pochi semplici gesti e prodotti, i vostri terribili occhi cerchiati. Per il 90% dei casi le occhiaie sono di color marrone ed è per questo che applicare un correttore rosato, come in genere fa la maggior parte delle donne, non è l’ideale.

La prima impressione potrebbe essere positiva: la zona apparirà più chiara e luminosa ma osservando attentamente, noterete che l’area in questione è in realtà grigia. Invece di ritrovarvi lo sguardo più luminoso e ampliato, vi ritroverete delle sfumature “fumose”, che ve lo adromberanno ancora di più, e il risultato sarà un effetto grossolano e posticcio.

Il metodo giusto per camuffare le occhiaie marroni? Il primo passo, sarà quello di applicare un pò di primer occhi, il prodotto che generalmente utilizzate per opacizzare la palpebra e prolungare la durata dell’ombretto, nella palpebra inferiore, per far durare più a lungo il make-up che andremo a realizzare. Il secondo passo consisterà nel procuratevi un correttore aranciato. Se non l’avete, potete ottenerlo miscelando un ombretto giallo opaco con una goccia di fondotinta.

Potete applicare il correttore sia con i polpastrelli che con il pennellino specifico: la seconda opzione è auspicabile, perchè vi consentirà di stendere il prodotto in tutti i punti, sino all’interno dell’occhio e ottenere un effetto illuminante. Mi raccomando: applicate il correttore soprattutto nella piega che parte dal dotto lacrimale e scende, circondando l’occhio e formando un cerchio scuro. Adesso occorre opacizzare l’area in questione, utilizzando una cipria trasparente; ne serve una piccolissima quantità da stemperare con un pennellino da sfumatura. Noterete subito il risultato ottimale: l’ombra risulterà minimizzata e lo sguardo sarà più luminoso e fresco.

Come Rinforzare le Unghie

Le appassionate di eco bio cosmesi amano praticare il cosiddetto “spignatto”, che significa realizzare in casa procurandosi le materie prime adeguate, prodotti che possono essere utilizzati per la cura del proprio viso e del proprio corpo. Del resto, a prodotto terminato, vuoi mettere la soddisfazione di averlo realizzato con le tue mani rispetto a uno semplicemente acquistato senza neanche leggere l’etichetta?

Oggi le consumatrici di prodotti di bellezza sono diventate più attente e accorte, e prima di portare a casa una crema o un balsamo, consultano sempre di più i siti internet specializzati sull’argomento, leggendo le opinioni delle altre utenti sulla loro resa (le review!) o le liste degli ingredienti da evitare perchè dannosi per la pelle e l’ambiente.

Non a caso molte case cosmetiche, hanno riformulato e rivisitato la composizione dei loro prodotti, o ne hanno proposto degli altri, che promettono di essere completamente “verdi”, privi di siliconi e sostanze aggressive per la pelle e per i capelli. Parliamo a tal proposito di come realizzare in casa, con pochi semplici ingredienti un olio rinforzante per unghie. Si può utilizzare anche tra una ricostruzione e l’altra, per far sii che le unghie non si indeboliscano troppo.

Useremo l’olio di argan, dalle proprietà nutrienti e rinforzanti per unghie ma anche per capelli, l’olio di iperico, dalle proprietà emollienti e lenitive che consentono di ammorbidire e curare le cuticole. Infine utilizzeremo l’essenza di limone che andrà a schierire le nostre unghie, che con il tempo e le numerose manicure tendono ad ingiallirsi, ed essendo ricca di vitamina C, potenzierà l’azione rinforzante svolta dell’olio d’argan.

In alternativa, se non avete questi oli potete sostituirli con olio di mandorle dolci, olio di oliva e succo di limone. L’olio di mandorle dolci, ha azione emolliente e idratante, andando a prendere il posto dell’olio iperico mentre quello d’oliva, sostituirà egregiamente l’olio di argan, grazie alle grandi proprietà nutritive e lucidanti. Lo stesso discorso vale anche per il succo di limone, che ha ugualmente azione schiarente e contiene vitamina c, un toccasana per la salute delle nostre unghie.

In entrambi i casi, utilizzeremo 2 cucchiai per ogni olio e 2 di succo di limone (per l’essenza basteranno 5 gocce). Inserite il tutto in una boccetta preferibilmente munita di contagocce, in modo da dosare al meglio durante l’utilizzo il prodotto. Lo potete utilizzare dopo aver realizzato un impacco per le mani e prima di sottoporre le unghie ad un ulteriore stress come quello della manicure o della ricostruzione.