Esercizi per Perdere Peso in Casa Velocemente

erdere peso in casa con esercizi mirati e davvero efficaci, vi piacerebbe? Sappiate che potete iniziare a farlo sin da subito! Dimagrire con la sola dieta, si sa, non è mai la scelta più adatta. Per dimagrire in maniera sana e armoniosa infatti, alla dieta va associata anche dell’attività fisica, grazie alla quale riuscirete non solo a perdere la ciccia più in fretta, ma anche a tonificare parti del corpo che altrimenti rischierebbero di rimanere flaccide.

Dopo avere individuato la dieta più adatta a noi quindi, è il momento di pensare agli esercizi più adatti da svolgere in casa. Uniremo l’attività aerobica a degli esercizi di potenziamento, per un risultato davvero “completo”.

Per cominciare, potreste fare una camminata veloce di circa 30 minuti sul tapis-roulant. In alternativa, potrete marciare sul posto oppure optare per venti minuti di cyclette. Dopodiché, passiamo agli esercizi mirati, ed eseguiamo delle torsioni del busto con bastone. Eseguitene 20 per tre serie per ogni lato.

Passiamo alle gambe, ed eseguiamo degli squat (con o senza pesi) e degli affondi (anche in questo caso, con o senza pesi, a seconda della vostra condizione fisica). 20 movimenti per tre serie andranno benissimo. Seguiranno gli esercizi per le braccia, da eseguire con dei pesetti di 1 o 3 chili.

Per dimagrire, non dobbiamo dimenticare anche l’addome, quindi eseguiamo tre serie da 25 di addominali (frontali, laterali e obliqui). Un altro esercizio davvero ottimo per dimagrire e tonificare è il cosiddetto Jumping Jack (saltate allargando le gambe ed alzando le braccia, e saltate di nuovo per chiudere le gambe ed abbassare le braccia).

Infine, per concludere l’allenamento vi consiglio di fare una bella camminata a passo veloce/moderato sul tappeto per 15 minuti. Terminate il tutto con del rigenerante stretching e nell’arco di quattro settimane, non potrete non constatare i primi risultati! Buon allenamento a tutti.

Come Rassodare le Braccia Senza Aumentare i Muscoli

In primo luogo, dovete sapere che per riuscire a rassodare le braccia potrebbe essere utile scegliere uno sport come il nuoto, o come la kickboxing, unendo in tal modo l’utile al dilettevole.

Per chi però non ha abbastanza tempo per frequentare una palestra, esistono tuttavia diversi esercizi da poter eseguire anche rimanendo a casa, con l’ausilio di pochi attrezzi facilmente reperibili. Cominciamo dunque!

Primo esercizio, per eseguire il primo esercizio, avremo bisogno semplicemente di una panca o una sedia. Sedetevi con la schiena dritta e i piedi ben piantati a terra. Poggiate le mani accanto al sedere e spingete verso l’alto facendo leva solo ed esclusivamente sulle braccia. Rimanete in posizione per 10 secondi e tornate a quella di partenza. Ripetete l’esercizio 10 volte per 3 serie.

Secondo esercizio, procuratevi una fitball e due pesetti da 1 o 2 chili ciascuno. Sedetevi sulla vostra palla poggiando i piedi per terra e portando le braccia verso l’esterno. Quindi, tenete in pesetto con una mano ed iniziate a sollevare prima una gamba e dopo l’altra, alzando contemporaneamente il braccio con il pesetto verso l’alto, per poi farlo ritornare alla posizione di partenza. Ripetete l’esercizio alternando le braccia. Eseguire il movimento 20 volte per tre serie.

Infine, a fine giornata, potreste eseguire il vostro ultimo esercizio: portate le mani di fronte al mento e congiungetele tenendo i gomiti verso fuori. Quindi, esercitate una forte pressione per circa 15 – 20 secondi, e rilasciate. Ripetete l’esercizio 10 volte.

Come Rivestire una Sedia con la Corda

Il rivestimento in corda è una tecnica di recupero assai semplice e di grande soddisfazione per il suo risultato ad alto valore decorativo, anche se bisogna munirsi di una certa pazienza durante la sua applicazione. Oltre che per le sedie è adatta per tutte quelle superfici che devono sopportare grande usura ed essere pulite troppo spesso e si presta, in particolare, a rivestire superfici cilindriche.

Procurati una sedia in legno e dello spago, oppure una corda di qualsiasi tipo, particolarmente adatte e belle sono quelle usate per i modellini di velieri navali, che riproducono in miniatura ogni tipo di cordame. Pulisci con cartavetrata tutta la superficie della sedia, così da riportare il legno al suo colore naturale e permettere l’assorbimento della colla, e dopo aver steso uniformemente uno strato di colla vinilica, avvolgi lo spago intorno alla struttura tenendolo ben teso, senza lasciare spazi tra un giro e l’altro.

Sulla seduta stendi uno strato di colla vinilica e ferma con un dito il capo della corda nel punto dove desideri che cada il centro del tuo disegno, e falla girare intorno a spirale, tenendola sempre ben aderente alla base con le dita. Infatti, è necessario riuscire a tenere la superficie in pressione per qualche tempo, specie nei punti di raccordo della corda magari con l’aiuto di mollette, morse o nastro adesivo.

Continua in questo modo fino a quando incontrerai il bordo della seduta: a questo punto taglia il filo e continua a posizionare nuovo spago a cerchi concentrici, fissandolo con un velo di colla e tagliandolo al termine di ogni giro, lasciando un centimetro di margine oltre il bordo della seduta. Quando lo strato di colla che hai steso sarà completamente asciutto, rifinisci il bordo della seduta con molta attenzione, usando le forbici o una lama ben affilata.

Pareggia i bordi della seduta e quindi fissala bene alla sedia utilizzando un martello e dei chiodi da tappezziere disposti lungo il bordo che rifinirai con della corda più grossa. Strofina adesso tutte le parti in legno con un panno e con della cera liquida per mobili in modo da conferire una tonalità più calda. Ecco così completata la tua sedia! Non preoccuparti se in un primo momento la colla vinilica non sembrerà essere sufficientemente forte, in quanto le colle ad acqua hanno un’asciugatura piuttosto lenta; una volta seccata, si rivelerà di grandissima efficacia, essendo la corda un materiale fibroso come la carta o il legno.

Come Tonificare il Corpo Dopo la Dieta

Rassodare la pancia, specialmente dopo aver perso diversi chili a causa di una dieta magari eccessivamente ferrea, è un passo molto importante. Perdere peso in fretta e in maniera non bilanciata non è mai la scelta giusta, perché come molti di voi sapranno, a causa di questo eccessivo e scorretto dimagrimento si rischia di dover fare i conti con un bel po’ di pelle in eccesso. Ciò può tuttavia accadere anche quando si segue una dieta bilanciata e si perdono davvero molti chili.

Anche in questo caso lo sport ci viene incontro, con una serie di esercizi da eseguire anche a casa, ideali per rassodare la zona della pancia. In primo luogo, voglio dirvi che è inutile fare 100 addominali ogni giorno di punto in bianco, dopo un lungo periodo di inattività. La cosa migliore da fare è eseguire tre serie da 25 addominali ciascuna almeno tre volte a settimana.

Detto questo, molto probabilmente la pelle residua non riguarderà solo la zona dell’addome, ma anche quella delle braccia ad esempio. Per ovviare al problema vi consiglio quindi di fare gli esercizi con i pesi (iniziate con quelli più leggeri, per poi aumentare gradatamente il carico nel corso delle settimane).

Ma torniamo alla nostra pancia, e parliamo di un altro trucco per favorire la riduzione della pelle residua, ovvero i massaggi. Aiutatevi con una crema ad hoc, ed eseguite il vostro massaggio tutte le sere per almeno venti minuti. Anche lo stretching riveste la sua importanza per rassodare la pancia, quindi ricordate di eseguirlo dopo ogni sessione di allenamento.

Infine, ricordate che per ridurre la pelle sulla pancia, un metodo validissimo è quello di contrarre gli addominali e trattenerli per circa un minuto, per poi rilasciare. Questo semplice esercizio, eseguito più e più volte nel corso della giornata (mentre vi trovate in ufficio, sul divano, insomma … dappertutto) vi aiuterà a rassodare la pancia in maniera davvero efficace.

Rassodare la Pancia in Casa

Volete rassodare la pancia ma non avete nessuna intenzione di frequentare una palestra? Niente paura, gli esercizi utili per ottenere buoni risultati possono essere eseguiti anche rimanendo in casa. La prima cosa che vi servirà sarà la giusta motivazione, accompagnata da una buona dose di costanza, senza la quale rischiereste solo di perdere il vostro tempo. Allenatevi tre giorni a settimana per ottenere dei veri risultati.

Detto questo, come vi abbiamo più volte spiegato in passato, per riuscire a perdere peso e rassodare la pancetta non sarà necessario trascorrere ore ed ore in palestra, ma bisognerà tuttavia stilare un vero e proprio piano di attacco, grazie al quale riuscirete finalmente a cacciare via la “ciccia”. Cominciamo quindi.

Per iniziare, la prima cosa da fare sarà “regolare” la propria alimentazione. Eseguire esercizi fisici e rimpinzarsi di dolci e bevande gassate poco dopo non è affatto utile. Quindi non vi rimane che seguire una dieta sana e bilanciata, dire “addio” a dolci e pasti ipercalorici, e preferire piuttosto verdure, frutta, carni bianche, pesce e cibi sani, leggeri e nutrienti. Inoltre, eliminate anche le bevande gassate e zuccherate, che non faranno che ostacolare il nostro progetto di rassodare la pancia. optate invece per della sana acqua, grazie alla quale riuscirete anche ad eliminare la tanto odiata cellulite.

Detto questo, dopo i doverosi consigli sull’alimentazione, passiamo adesso ad alcuni esercizi da eseguire in casa per rassodare la pancia. In primo luogo, potreste iniziare con una bella camminata di trenta minuti, o in alternativa con 20 minuti di cyclette, alleato davvero utilissimo per rassodare la pancetta. Se non si dispone di questo strumento, consigliamo questa guida sulla cyclette pieghevole, che occupa poco spazio in casa.

Dopo, passiamo agli addominali, assolutamente indispensabili per ottenere una pancia piatta. Oltre a quelli bassi, alti, obliqui e laterali, potrete eseguire anche altri esercizi utili. Eccone uno semplice per voi. L’ideale è avere a disposizione una panca. Mettetevi in posizione supina e portate le mani dietro la nuca, sollevate quindi le gambe ed eseguite il movimento della “bicicletta” contraendo l’addome. Da questa posizione, quando il ginocchio destro sarà piegato avvicinategli il gomito destro. Ripetete poi con l’altra gamba. Eseguite l’esercizio 20 volte per tre serie.