Come Creare un Porta Collane

Ecco un modo semplice e veloce per ordinare le collane in modo tale da non rovinarle. Dato che non si può avere una scatola per collana, ma nemmeno accumulare tutte le collane nei cassetti col rischio che si aggroviglino, ho trovato una soluzione pratica e semplice da realizzare. Basta solo una lavagna memo di sughero, insomma, quelle lavagne a cui attaccare tutto ciò che dobbiamo ricordare.

Prendere una lavagna memo di sughero neutra (cioè con cornice in legno non tinto, costerà meno!) e dipingere la cornice a piacere con gli acrilici quindi passare una mano di vernice. Prendere dei chiodini a L o a Uncino oppure delle viti con una “testa” abbastanza grossa e infilarli nel sughero. dovranno essere abbastanza distanti.

Per una lavagna 30 x 45 cm si potranno mettere 3 chiodini in alto e tre a metà, facendo attenzione a metterli sfalsati. In questo modo le collane appese ai chiodini in alto, non andranno a sovrapporsi a quelle appese nei chiodini in basso. Attenzione: i chiodi o le viti dovranno essere ben inseriti nel sughero, altrimenti non saranno stabili. Chi ha una colla adatta al metallo, può metterne un po’ nel foro della vite quindi inserire bene la vite e attendere che si asciughi.

A questo punto appendete la lavagna memo al muro e attaccate tutte le vostre collane. Mi raccomando non mettete troppe collane ad una sola vite altrimenti rischierà di cedere perchè il sughero è comunque tenero, ma vi assicuro che il risultato è assolutamente funzionale, basta seguire queste piccole accortezze.

Come Creare un Porta Dolci

In questa guida troverete alcune utili informazioni su come costruire un vero oggetto ornamentale per il vostro tavolo utilizzando una vera e propria zucca ornamentale. Attraverso le successive linee guida potrete costruire un vero e proprio porta dolciumi.

Procuratevi una zucca ornamentale di dimensione media; è molto semplice coltivarla anche nel proprio giardino. Una volta abbastanza mature, sceglietene una della dimensione che vi sembra più opportuna, staccatela e mettetela al sole per un paio di giorni. Fatto ciò, recuperate un coltello abbastanza affilato e tagliatela nel mezzo.

Con un cucchiaio provvedete a pulirla dentro, togliendo tutta la polpa, i semi e scavate nella polpa con cautela in modo che non si rompa. Allo stesso modo prendete l’altra metà e pulitela come l’altra parte, togliendo con accuratezza e cautela tutta la polpa e i semi. Vi consiglio, durante questa operazione, di utilizzare anche un coltellino di piccole dimensioni per pulire la dove il cucchiaio non arriva.

Una volta pulita per bene, il passo successivo sarà quello di far essiccare le due parti in modo che la nostra zucca si trasformi in una vera e propria scatola porta dolci. Dopo alcune settimane noterete che la buccia della zucca sarà leggera e quasi somigliante ad una sorta di plastica. Quando sarà essiccata per bene lavatela con acqua e detersivo e fatela asciugare.

Come Creare un Porta Occhiali

Il portaocchiali è un oggetto indispensabile per chi utilizza sia occhiali da vista che da sole. Questa guida ti permetterà di creare la tua personale e col colore che preferisci! O magari potrai crearla per regalarla a qualche amico. Basta seguire i tre semplici passi che leggerai.

Occorrente
20 g di cotone verde n°5 lavorato doppio
Ferri n 3,5
Uncinetto 3,5
Inizio precisando che i punti che dovrai impiegare per creare il tuo porta occhiali sono i seguenti:
maglia legaccio, maglia rasata, punto treccia a fune, punto basso e punto gambero.
Naturalmente per eseguire questo lavoro devi avere un minimo di conoscenza dei punti impiegati per creare questo lavoro.

Per cominciare avvia 24 maglie e lavora a maglia legaccio per 12 giri. Prosegui poi suddividendo i punti del giro nel modo seguente: fai 8 Maglie a maglia rasata, poi 2 maglie a maglia rasata a rovescio, 4 maglie a punto treccia fune, 2 maglie a maglia rasata al rovescio, infine 8 maglie a maglia rasata.

Continua per 28 cm e termina con altri 12 giri a maglia legaccio.
Per quanto riguarda la confezione e la rifinitura devi piegare a metà la striscia ottenuta ed unire quindi i bordi laterali, lavorandoli insieme con l’uncinetto 3,5. Esegui poi un giro a punto basso ed un giro a punto gambero.
Il tuo portaocchiali è ora pronto.

Come Aumentare Fluidità e Consistenza dei Colori

I colori a seconda dello scopo che devono raggiungere e del materiale da decorare devono avere consistenze spesso anche molto diverse tra di loro. In questa guida ti sarà spiegato come modificare i colori in modo tale che possano andare bene su ogni tipologia di superficie.

Se vuoi effettuare delle modifiche ai colori tanto per cominciare li devi preparare, ciò significa che devi mettere delle piccole quantità di colore su una tavoletta di vetro che renderà più chiaro il tutto. Se vuoi aumentare la fluidità dei colori io ti consiglio di aggiungere della trementina al composto e vedrai che risulteranno molto più fluidi.

Lo stesso principio vale se vuoi aumentare l’essiccamento. Quindi se vuoi che i colori una volta sulla superficie si asciughino più velocemente devi sempre aggiungere un pò di trementina, però mi raccomando non esagerare perchè altrimenti l’asciugatura sarà istantanea e non avrai neanche il tempo di giostrare la decorazione sulla superficie.

Per rendere invece più consistente il composto, dovrai aggiungere ai colori delle essenze grasse, non importa di che tipo, basta che siano grasse. Quando tracci il disegno però non dimenticare di fare delle linee leggere e soprattutto di non usare delle matite grasse perchè per quanto tu possa modificare i colori se la matita è grassa difficilmente il segno sparirà.

Come Riparare l’Aspirapolvere in Casa

Se l’aspirapolvere presenta qualche problema, prima di rivolgerti ad un centro specializzato per le riparazioni, prova ad adottare qualche soluzione per verificare se riesci a risolvere i difetti.

Se la forza di aspirazione dell’aspirapolvere risulta ridotta, può essere intasato o fessurato il tubo flessibile. Alcuni modelli hanno sulla parte posteriore o superiore, un bocchettone di diffusione, protetto da un filtro e una griglia. Rimuovili e collega il tubo flessibile dopo averlo smontato dal bocchettone di aspirazione. Tieni l’estremità del tubo rivolta verso una pattumiera e metti in moto l’aspirapolvere: se il tubo è intasato, i materiali che lo hanno occluso verranno espulsi. Nel caso in cui nel tubo flessibile si sia prodotta una fessurazione, lo puoi riparare provvisoriamente avvolgendoci intorno del nastro adesivo.

Se l’aspirapolvere non parte, il problema potrebbe essere da individuare nel motore o in un altro componente. Per questo tipo di problema è possibile vedere la guida su cosa fare se l’aspirapolvere non si accende presente su Riparare.net.

Se l’apparecchio non pulisce bene tralasciando sporco e briciole, probabilmente significa che il sacchetto è ormai pieno, in questo caso sostituiscilo usando esclusivamente sacchetti originali o comunque conformi al tuo modello e marca. Non ti consiglio di svuotarlo perchè polvere e acari si spargerebbero nell’ambiente. Se invece l’aspirapolvere non scivola facilmente quando lo usi, spegnilo, capovolgilo e controlla che non ci siano capelli che bloccano i rulli. In tal caso rimuovili servendoti di un cacciavite.

Rispetto agli aspirapolvere tradizionali, il battitappeto è dotato di un ulteriore dispositivo: un cilindro con spazzole che risulta molto utile per raccogliere peli di animali, briciole e simili dai tappeti. Il battitappeto può essere usato esclusivamente sui tappeti e sui pavimenti con moquette. A causa della sua forma però, non riesce a raggiungere bene gli angoli che quindi dovrai pulire a mano.