Come Aumentare Potere Assorbente della Carta da Colorare

I fogli di carta possono essere colorati in molteplici modi, un modo per colorare questi fogli è di metterli nella pittura diluita con l’acqua, però se si vuole ottenere un risultato più che discreto si deve aumentare il potere assorbente del foglio di carta.

Se vuoi aumentare il potere assorbente della carta che vuoi colorare devi fare una cosa molto importante prima di immergere il quadrato di carta all’interno della pittura diluita. Un segreto per ottimizzare i risultati consiste nell’inumidire il quadrato di carta con un poco di acqua prima di immergerlo nella pittura.

Mi raccomando io ho detto inumidire il quadrato di carta, non immergere nell’acqua come farai dopo con il colore diluito. Basta bagnare leggermente il foglio magari aiutandoti con un piccolo spruzzino o vaporizzatore. Ricorda che se farai questo il risultato sarà molto più evanescente e ne beneficerà tutto il lavoro.

Se invece al contrario vuoi produrre una finitura più delicata, quindi non vuoi dei colori troppo carichi ti conviene usare dei toni in gradazione della stessa tinta. Questo significa che quando colori non devi usare dei colori molto diversi tra loro, ma se usi un blu per il fondo, userai un azzurro per il disegno.

Come Realizzare il Rivestimento di Legno della Cucina

In questa guida vedremo come realizzare un rivestimento di legno di una cucina classica. Pareti rivestite di listoni, sedie di vimini, grande parete attrezzata a ripostiglio, luce che scende sul tavolo e la cucina cambia faccia e diventa accogliente e funzionale.

Va bene la semplicità, ma se la nostra cucina è troppo essenziale facciamole un nuovo vestito che la renda molto più calda e accogliente. L’intervento è semplice, ma sostanziale, il largo impiego del legno e di altri materiali naturali, come la canapa per il pavimento, accentuano il carattere rustico dell’ambiente.

Le pareti della finestra e del tavolo sono rivestite con listoni perlinati di pino fino a 2 metri d’altezza; il rivestimento è sormontato da una mensola a sbalzo che regge barattoli di conserva, caraffe ornamentali ed una pianta ricadente. Le sedie moderne sono sostituite da poltroncine in vimini e la tenda è in liste sottilissime di legno.

Spostiamo il frigo sotto il top del piano cucina a destra dei fuochi. Mascheriamo il frontale della caldaia con una griglia in metallo stampato e smaltato. La lampada diventa un elemento decorativo se è fatta scendere verticalmente sul tavolo, a circa 1 metro e 60 centimetri dal pavimento, prolungando il cordone elettrico.

Come Realizzare Sughero Stratificato

In questa guida vedremo come realizzare il sughero stratificato. Per iniziare bene questo lavoro dobbiamo fare attenzione che il sughero non dissimula le irregolarità del muro dove vogliamo lavorare e che non restano dopo il rivestimento di sughero. Vediamo.

Tracciare sul supporto di carta ma anche qualsiasi altro materiale una linea verticale sulla quale allineare il telo. Collocare il primo telo cominciando dall’alto. Lasciare un margine di qualche centimetro per le rifilature. Appoggiare il telo al muro e lasciare che si svolga fino al pavimento. Proseguiamo.

Applicare il telo alla parete con l’aiuto della spazzola, farlo aderire dal centro verso i bordi. Spingere fuori l’aria per tutta la superficie di modo che non permangano bolle. Pressare con una spatola o con un rullo, sempre dal centro verso la periferia. Continuare la posa congiungendo i teli bordo a bordo.

Pressare accuratamente le giunzioni con un rullino. I teli di sughero sono abbastanza flessibili da poter essere posti anche negli angoli. Per l’assestamento, fare un taglio qualche centimetro dopo l’angolo. Spingere il telo nell’angolo con la spazzola, per fare in modo che aderisca alla forma del muro.

Come Sagomare il Legno con il Foretto

Questa guida ti insegnerà ad effettuare una sagomatura o un taglio non rettilineo con il foretto che può essere fatto, però, solo su pezzi di limitato spessore di legno, ovvero dai 25 ai 30 millimetri, altrimenti diventa difficoltoso seguire la linea curva.

Come prima cosa, devi tenere presente che, per effettuare una tracciatura è impossibile andare sotto un raggio di curvatura pari a trenta millimetri utilizzando un attrezzo manuale. Premesso ciò, tieni il foretto quasi in posizione verticale in modo da poterlo guidare agevolmente e imprimergli le spinte laterali che lo fanno deviare dal percorso rettilineo.

L’esecuzione di un contorno sagomato è piuttosto semplice, ti basterà rimanere all’esterno della linea di tracciatura, soprattutto nelle curve pronunciate e strette, in modo che potrai ovviare agli eventuali errori con la rifinitura. Più impegnativo è invece il taglio sinuoso nel caso in cui tu debba utilizzare entrambi i pezzi tagliati.

Presta attenzione affinché la linea di tracciatura sia più larga per tenere conto dello spessore della lama dell’ attrezzo e della rifinitura. Ora, se il taglio che devi eseguire è del tutto interno al piano, e quindi non ha alcun punto di contatto con i bordi della tavola, non lo devi mai iniziare dall’esterno.

A questo punto, devi praticare, lungo la sagoma che avrai tracciato, un foro di diametro sufficiente, ma presta attenzione a farlo ben dentro il materiale che dovrai eliminare. Una volta eseguita anche questa ennesima operazione, inserisci in questo foro la lama del tuo foretto per iniziare il taglio.

Come Togliere Resina dall’Automobile

Avete parcheggiato sotto un albero e la vostra macchina è piena di resina. Non sapete come toglierla. State pensando di andare da un carrozziere. Leggete questa guida e in pochissimi passaggi sarete in grado di rimuovere la resina dalla vostra auto.

Acquistiamo il prodotto per rimuovere la resina. Innanzitutto rechiamoci in un negozio di autoricambi ben fornito ed acquistiamo un buon rimuovi resina. In commercio ce ne sono tanti ma visto che dobbiamo fare un operazione molto delicata sulla carrozzeria cerchiamo di non risparmiare. In alternativa potete acquistarlo in un centro commerciale.

Rimuoviamo la resina. Prendiamo il prodotto appena acquistato e leviamo il sigillo di garanzia. Facendo molta attenzione (cercate di non entrare a contatto con occhi e bocca con il prodotto) versiamo il prodotto su tutte le macchie di resina presenti sulla carrozzeria. Aspettiamo qualche minuto e rimuoviamo il tutto con un panno pulito.

Lucidiamo la parte. Una volta tolta la resina sicuramente noteremo delle macchie molto antiestetiche. Prendiamo del polish e mettiamolo sulla parte della carrozzeria interessata utilizzando un panno pulito e asciutto lucidiamo la parte della carrozzeria. Rimuoviamo il polish e finalmente abbiamo finito il nostro lavoro.

Questi prodotti sono ovviamente specifici per l’automobile, se la resina è caduta sui tessuti è possibile seguire questa guida su come togliere la resina dai vestiti in cui è spiegata la procedura da seguire.