Come Realizzare il Tilting Pittorico

In questa guida ti insegnerò come riuscire a realizzare un quadretto su una mattonella. Questo stile di pittura è molto semplice da praticare e l’effetto che crea è davvero incredibile. I lavoretti che farai possono diventare un ottimo regalo originale per qualsiasi occasione.

Colora le fughe con l’acrilico verde. Tampona l’acrilico bianco su tutta la placca. Incolla sulla superficie della placca la carta di gelso con la colla da decoupage e rifila i contorni. Ritaglia i fiori della carta da découpage e posizionali sulla placca in modo da creare un tralcio armonioso. Traccia un leggero segno sul contorno con una matita.

Con il pennello piatto, a pennellate incrociate, crea una zona di ombra nella parte esterna del tralcio con il marrone e il verde e sfumando con la crema. Diluisci e vela i colori con il medium pittorico. Quindi crea una zona di luce all’interno del tralcio con il giallo ed il rosa, sfumando sempre con la crema, così da creare un effetto profondità. fai asciugare. Incolla i tranci di fiori passando la colla sulla carta di gelso e anche sopra i fiori. Lascia asciugare completamente.

Quando la colla sarà ben asciutta, con il pennellino piccolo, traccia dei rami e delle foglioline. Successivamente, con il pennello piccolo piatto ed usando il giallo e il crema, stendi delle pennellatine a tralcio picchiettando il colore, così da creare continuità con la carta da decoupage ed il fondo pittorico. Con il pennello piatto e il giallo realizza dei fiorellini di mimosa. Fai asciugare. Con il cutter incidi la carta in corrispondenza delle fughe. Passa il primer su tutta la superficie e finisci il tiling con una mano di Crystal Finish.

Molto interessante.

Come Realizzare il Punto Sashiko

Sei appassionata di ricamo e ti piace andare alla scoperta di nuovi punti e tecniche? In questa guida ti insegno come realizzare il ricamo Sashiko, un ricamo dai semplici motivi geometrici di origine giapponese. Sono facili da realizzare e sono molto decorativi.

Si tratta di motivi geometrici, che puoi realizzare anche tu su carta quadrettata, che vengono lavorati a punto filza. Per eseguire il ricamo Sashiko bisogna seguire uno schema, ma può essere realizzato anche seguendo la fantasia. La tecnica Sashiko è ideale per decorare o trapuntare, abiti e accessori.

Il ricamo deve sempre precedere la realizzazione dell’indumento. Ora ti spiego la lavorazione, trasferisci il motivo prescelto direttamente sulla stoffa con la matita da ricamo.o con la carta carbone.Infila l’ago con una gugliata di filo lunga 50 cm annodata a una estremità. Se lavori su più strati di tessuto, nascondi il nodo fra uno strato e l’altro.

Cuci lungo le linee tracciate a piccoli punti filza regolari. Per andare più velocemente puoi prendere sull’ago parecchi punti per volta, ma fallo solo quando cuci in linea retta mentre per le curve lavora sempre un punto alla volta. Con il ricamo Sashiko puoi realizzare borsette, fasce per capelli, magliette, accessori per la casa come set colazione, asciuga piatti. Vedrai che con un punto semplice otterrai un effetto molto decorativo.

Come Realizzare il Rivestimento di Legno della Cucina

In questa guida vedremo come realizzare un rivestimento di legno di una cucina classica. Pareti rivestite di listoni, sedie di vimini, grande parete attrezzata a ripostiglio, luce che scende sul tavolo e la cucina cambia faccia e diventa accogliente e funzionale.

Va bene la semplicità, ma se la nostra cucina è troppo essenziale facciamole un nuovo vestito che la renda molto più calda e accogliente. L’intervento è semplice, ma sostanziale, il largo impiego del legno e di altri materiali naturali, come la canapa per il pavimento, accentuano il carattere rustico dell’ambiente.

Le pareti della finestra e del tavolo sono rivestite con listoni perlinati di pino fino a 2 metri d’altezza; il rivestimento è sormontato da una mensola a sbalzo che regge barattoli di conserva, caraffe ornamentali ed una pianta ricadente. Le sedie moderne sono sostituite da poltroncine in vimini e la tenda è in liste sottilissime di legno.

Spostiamo il frigo sotto il top del piano cucina a destra dei fuochi. Mascheriamo il frontale della caldaia con una griglia in metallo stampato e smaltato. La lampada diventa un elemento decorativo se è fatta scendere verticalmente sul tavolo, a circa 1 metro e 60 centimetri dal pavimento, prolungando il cordone elettrico.

Come Realizzare Sughero Stratificato

In questa guida vedremo come realizzare il sughero stratificato. Per iniziare bene questo lavoro dobbiamo fare attenzione che il sughero non dissimula le irregolarità del muro dove vogliamo lavorare e che non restano dopo il rivestimento di sughero. Vediamo.

Tracciare sul supporto di carta ma anche qualsiasi altro materiale una linea verticale sulla quale allineare il telo. Collocare il primo telo cominciando dall’alto. Lasciare un margine di qualche centimetro per le rifilature. Appoggiare il telo al muro e lasciare che si svolga fino al pavimento. Proseguiamo.

Applicare il telo alla parete con l’aiuto della spazzola, farlo aderire dal centro verso i bordi. Spingere fuori l’aria per tutta la superficie di modo che non permangano bolle. Pressare con una spatola o con un rullo, sempre dal centro verso la periferia. Continuare la posa congiungendo i teli bordo a bordo.

Pressare accuratamente le giunzioni con un rullino. I teli di sughero sono abbastanza flessibili da poter essere posti anche negli angoli. Per l’assestamento, fare un taglio qualche centimetro dopo l’angolo. Spingere il telo nell’angolo con la spazzola, per fare in modo che aderisca alla forma del muro.

Come Spremere il Melograno

Il melograno è un frutto sempre più utilizzato in cucina, per le sue proprietà che sono numerose.

Spremere un melograno può però non essere semplice.
Sul mercato sono disponibili dispositivi appositi, per i quali è possibile vedere questa guida sullo spremi melograno, ma si tratta di una spesa che può essere eviata.

Vediamo quindi come spremere il melograno e come utilizzare il succo ottenuto.
La prima cosa da fare è tagliare il melograno a metà.
A questo punto è possibile spremere le due metà utilizzando lo stesso strumento impiegato solitamente per spremere le arancie, che tutti hanno in casa.

Una volta fatto questo, è importante filtrare il succo ottenuto con il colino.
In questo modo non rimangono nel succo i semi.

Il consiglio è quello di bere subito il succo ottenuto, in modo da potere usufruire di tutte le proprietà presenti.
Se si vuole conservarlo, ma comunque consumarlo in giornata, è possibile aggiungere limone.

In alternativa, è possibile utilizzare lo schiacciapatate.
In questo caso però l’operazione può richieere più tempo.
Dopo ogni utilizzo, è infatti necessario mescolare i semi per cercare di estrarre più liquido possibile.
La conseguenza è che si ottiene meno succo.