Come Risparmiare con le Spedizioni

Nel momento in cui si intende acquistare o vendere qualcosa su internet,immediatamente si pensa a quale metodo di spedizione adottare in base a parametri d sicurezza e di tempo.

Ecco una breve guida che vi permetterà in base alle proprie esigenze,di scegliere nella più completa libertà.

Prima di addentrarci nell’esaminare ogni metodo di spedizione tenendo conto di prezzi e tempo di impiego,bisogna anche guardare alla merce che si vuole mandare o ricevere. Nel caso specifico del “ricevere” la tipologia della spedizione viene offerta dal venditore,dunque raramente avrete l’opportunità’ di scegliere tra le varie possibilità; quindi per comodità parleremo in riferimento al “vendere”,”mandare”.

Nel caso in cui dobbiate trasferire un oggetto piccolo,di poco peso vi conviene utilizzare la posta prioritaria. Mediante questo tipo di spedizione ,i costi saranno davvero bassi,e vengono calcolati in base al peso: se ad esempio dovete mandare un paio di orecchini,dei documenti,una lettera,i prezzi si aggireranno a poco più di un euro. Invece se già parliamo di 300g in su’ il prezzo potrebbe salire anche a 5,00 – 7,00 euro e anche più. Vi è da precisare che la prioritaria impiega dai 3 ai 6 giorni per la ricezione e la particolarità,negativa,è che non è tracciabile,cioè non può essere rintracciata e in caso di smarrimento non si potrà fare proprio nulla. Il postino recapiterà il pacchetto senza comunicarvi nulla e lasciandolo così a rischi di furto non dipendenti da lui. Per questo viene altamente sconsigliata per merce che ha un certo valore economico.

Sempre in casi di piccoli oggetti ma di un certo valore,o di abiti,o qualunque altra cosa,il quale peso si aggiri ai 500g il metodo per spedire in tutta tranquillità è la posta raccomandata. Il peso influisce sul costo che dunque varia;sappiate che per spedizioni di 300g o 450g il costo è di circa 4,95 euro. Tempo di ricezione : 3-4 giorni. Chi spedisce,alla posta dovrà compilare un piccolo modulo su cui è riportato il codice di tracciatura,che dovrà comunicare all’acquirente. Una volta avuto il codice di tracciatura vi basterà andare sul sito delle poste italiane,sezione doveequando.it ed inserirlo,per sapere in quale centro postale il pacco si trovi. Dunque non rischia alcun smarrimento visto che poi per la consegna il postino richiederà a chi ritira il pacco di apporre la propria firma su documenti che poi saranno depositati alla posta.

Nel caso di merce più ingombrante e voluminosa,le poste mettono a disposizione anche la modalità pacco celere il quale costo va in base al peso e viene consegnato il giorno successivo alla spedizione.E’ un metodo veloce ma costoso.

Oltre al servizio postale,per coloro che hanno la possibilità possono sfruttare anche i diversi servizi offerti dai corrieri; quelli più conosciuti sono TNT,Bartolini,DHS,UPS,GLS,SDH,UPS,Fedex che con prezzi molto più modici( anche oggetti di un chilo e oltre possono essere trasportati al prezzo di 6,00euro) e offrendo sempre la tracciatura da tener d’occhio sul loro sito,danno un servizio impeccabile e velocissimo:la merce può essere ricevuta anche in 2-3 giorni lavorativi.

Ricordiamo inoltre che per oggetti di valore è sempre bene stipulare un assicurazione,aggiungendo pochi euro,che però vi copriranno in caso di furto o in caso di danneggiamento questo riguardo è opportuno prestare attenzione alla confezione e all’imballaggio:giornali di carta,poliestere,plastica di vario genere per oggetti che potrebbero rompersi subendo urti. Per le spedizioni via posta invece basterà acquistare le buste imbottite per togliersi da ogni problema.

Come Snellire le Caviglie

Dopo avere parlato di come poter snellire i polpacci, non possiamo non parlare di come poter snellire le caviglie.

Si sa che molte di noi amano avere delle caviglie sottili, perché rendono più slanciate, belle e sexy le nostre gambe.

Ecco una guida che ci darà una mano a capire bene cosa fare per assottigliare la caviglie, con degli esercizi mirati.

Anche per le caviglie, come per i cari polpacci, oltre al movimento, occorre migliorare l’alimentazione, evitando cibi grassi e il sale, che poco vanno d’accordo con la nostra circolazione e che incentivano sempre di più l’odiata ritenzione idrica. Aumentiamo l’acqua che beviamo durante la giornata, almeno due litri.

Si sa che spesso anche a causa della vita che facciamo, le nostre caviglie ne risentono dello sforzo e della fatica accumulata durante la giornata lavorativa.

Le tante ore che passiamo in piedi, tendono a far accumulare tutti i liquidi, ritenuti dal corpo, nella parte dei polpacci e caviglie, rendendole così gonfie ed affaticate.

Per poter snellire e tonificare le nostre caviglie dobbiamo eseguire anche alcuni esercizi da fare comodamente in casa nostra, con il classico metodo del fai da te, che non ci lascia mai da sole.

Primo esercizio

Dobbiamo sederci su una sedia e dobbiamo distendere le gambe e le ginocchia. Con le gambe iniziamo a tracciare dei piccoli cerchi, prima dall’interno verso l’esterno e poi dall’esterno verso l’interno. Le nostre punto dovranno essere poste in avanti. Ripetiamo l’esercizio per almeno 20 volte.

Anche in questo caso, per snellire le caviglie possiamo usare il classico esercizio di danza, il relivè, cioè quell’esercizio che prevede di alzarsi sulle punte dei piedi, con le ginocchia divaricate e poi tornare alla posizione con i piedi per terra. anche in questo caso eseguiamo l’esercizio per almeno 20 volte, facendo circa 4 serie.

Terzo esercizio, il caro stretching.

Mettiamoci in piedi e iniziamo a piegare all’indietro la nostra gambe, prima la destra e poi la sinistra. Prendiamo con la mano il piede e manteniamo la posizione per qualche secondo, circa 20. Ripetiamo l’esercizio per 5 serie da 20 ripetizioni per gambe.

In tutto ciò possiamo aggiungere anche dei rimedi molto più semplici e naturali, come quello d’immergere le caviglie in acqua calda, unendo un po’ di sale e bicarbonato, lasciandole immerse per almeno 3 minuti. subito dopo iniziamo a massaggiare le caviglie con una crema al mentolo, che rilasserà le caviglie e il loro gonfiore.

Ricordiamoci di mettere un cuscino sotto i piedi, anche quando siamo sedute sul divano, in modo da non far fermare e ritenere i liquidi in eccesso nella zona delle caviglie.

Come Migliorare la Concentrazione

Concentrarsi su un certo argomento o progetto può essere difficile, soprattutto se ci sono altre cose che si preferisce fare. Sviluppare un senso più acuto della focalizzazione vi aiuterà ad avere successo nei vostri sforzi. Per fortuna, ci sono cose che si possono fare per aiutare a costruire la vostra concentrazione e attenzione.

Spegnete tutti i dispositivi elettronici intorno a voi. Se c’è una radio o una televisione vicina che potrebbe essere fonte di distrazione dal proprio lavoro, è sufficiente spegnerlo. Ciò farà diminuire il rumore nella zona circostante. Scrivete un elenco chiaro e conciso di tutti i vostri obiettivi del giorno o del tempo in cui prevedete di lavorare.

Avere un elenco, aiuta a determinare cosa deve essere fatto e in quale lasso di tempo. Avere un quadro chiaro del tempo, consente di mettere le cose nella giusta prospettiva e vi dà più determinazione nel concentrarvi. Rimanete in silenzio per qualche istante. Lo stress spesso si accumula quando ci sono cose che dovete fare, ma non può concentrarsi su di esse.

Quando si scopre che si è stressati, occorre trovare un luogo tranquillo, visto che ciò contribuirà a svuotare la mente in modo da potere mettere meglio a fuoco i vostri obiettivi. Fate una breve passeggiata. A volte, non è possibile concentrarsi su qualcosa semplicemente perchè ci si è concentrati troppo. Una piccola passeggiata potrebbe essere tutto quello che serve per eliminare dalla testa gli avvenimenti della giornata e vedere tutto sotto una nuova prospettiva.

Come Riparare l’Aspirapolvere in Casa

Se l’aspirapolvere presenta qualche problema, prima di rivolgerti ad un centro specializzato per le riparazioni, prova ad adottare qualche soluzione per verificare se riesci a risolvere i difetti.

Se la forza di aspirazione dell’aspirapolvere risulta ridotta, può essere intasato o fessurato il tubo flessibile. Alcuni modelli hanno sulla parte posteriore o superiore, un bocchettone di diffusione, protetto da un filtro e una griglia. Rimuovili e collega il tubo flessibile dopo averlo smontato dal bocchettone di aspirazione. Tieni l’estremità del tubo rivolta verso una pattumiera e metti in moto l’aspirapolvere: se il tubo è intasato, i materiali che lo hanno occluso verranno espulsi. Nel caso in cui nel tubo flessibile si sia prodotta una fessurazione, lo puoi riparare provvisoriamente avvolgendoci intorno del nastro adesivo.

Se l’aspirapolvere non parte, il problema potrebbe essere da individuare nel motore o in un altro componente. Per questo tipo di problema è possibile vedere la guida su cosa fare se l’aspirapolvere non si accende presente su Riparare.net.

Se l’apparecchio non pulisce bene tralasciando sporco e briciole, probabilmente significa che il sacchetto è ormai pieno, in questo caso sostituiscilo usando esclusivamente sacchetti originali o comunque conformi al tuo modello e marca. Non ti consiglio di svuotarlo perchè polvere e acari si spargerebbero nell’ambiente. Se invece l’aspirapolvere non scivola facilmente quando lo usi, spegnilo, capovolgilo e controlla che non ci siano capelli che bloccano i rulli. In tal caso rimuovili servendoti di un cacciavite.

Rispetto agli aspirapolvere tradizionali, il battitappeto è dotato di un ulteriore dispositivo: un cilindro con spazzole che risulta molto utile per raccogliere peli di animali, briciole e simili dai tappeti. Il battitappeto può essere usato esclusivamente sui tappeti e sui pavimenti con moquette. A causa della sua forma però, non riesce a raggiungere bene gli angoli che quindi dovrai pulire a mano.

Come Allenarsi per la Boxe in Casa

Voglio dedicare questa breve guida a chi è appassionato di pugilato e altri sport da combattimento, illustrando brevemente e semplicemente come aumentare la forza nei colpi. Per definizione la forza non è altro che il prodotto della massa per l’accelerazione, dunque è necessario aumentare un po la massa muscolare e molto la velocità dei colpi, piu veloce sarà il colpo e piu forte sara il colpo.

Risulta essere consigliabile dividere gli allenamenti in allenamento forza e allenamento esplosività, possibilmente da eseguire in giorni separati. Prima di iniziare l’allenamento fai un buon riscaldamento correndo almeno 15-20 minuti dopo passa a esercizi di ginnastica a corpo libero per riscaldare le articolazioni.per il riscaldamento si consiglia anche un 2 o 3 riprese di corda e qualche vuoto. Questo passo è indispensabile sia per l’allenamento forza che per l’allenamento esplosività.

Per allenare la forza bisogna lavorare con carichi pesanti. Nel caso del pugilato bisogna avere forza sia nelle gambe che negli arti. Per le gambe esegui esercizi di squat con bilanciere caricando la sbarra col tuo massimale ed eseguendo 4 serie con massimo 3 o 4 ripetizioni.Ancora per le gambe è ottima anche la pressa o altri attrezzi di fitness, cercando sempre di svolgerli con il massimo carico.

Per quanto riguarda l’esplosività e quindi la velocità è importante svolgere gli esercizi in modo esplosivo e con lunghe ripetizioni. Per le gambe puoi fare gli stessi esercizi riportati sopra, aggiungendo scatti su pista, squat con la palla medica cercando di staccare da terra il più alto possibile. Per le braccia valgono gli stessi esercizi riportati sopra.