Come Coltivare le Ortensie

Le ortensie sono delle piante facili da coltivare nei giardini. Esse prediligono posti abbastanza riparati e la mezza ombra, detestano i terreni ricchi di calcio e hanno bisogno di abbondanti annaffiature, specialmente se si trovano in vasi. Fanno grandi fiori a palla, composti da inflorescenze a mazzo, che vanno dal rosso all’azzurro, dal bianco al rossiccio e che durano molto.

Compra un’ortensia già in vaso oppure fatti dare un getto da piantare, per talea, da un conoscente o amico. Per effettuare una talea di ortensia occorre tagliare un germoglio dalla base della pianta madre, poi occorre fare un taglio obliquo al germoglio e poi piantarlo in sabbia fino a che il germoglio non radifica, poi va messo a dimora nella terra o in un vaso. Le talee fanno fatte da giugno a settembre.

Le piante di ortensia, invece, vanno messe a dimora nel terreno durante il mese di ottobre o novembre oppure, in alternativa, dalla fine di febbraio fino alla fine di aprile. Se devi mettere a dimora nella terra una pianta di ortensia devi fare così: scegli un posto riparato del tuo giardino, possibilmente un luogo non troppo soleggiato e fai una buca.

La buca dovrà essere abbastanza grande, capace di contenere l’apparato radicale della pianta che hai comprato. Metti sul fondo della buca del concime naturale (dello stallatico o della torba andranno benissimo). Dopo aver messo la pianta nella buca rincalza con la terra e, con le mani, batti il terreno tutto intorno. Annaffia abbondantemente.