Come Fare Millefoglie di Cioccolato

Questa ricetta è una millefoglie molto speciale. Puoi prepararla per tuo marito o fidanzato per la festa degli innamorati oppure per fargli una sorpresa speciale durante una cena a casa tua. In qualsiasi occasione è un dolce molto buono e abbastanza semplice da realizzare.

Occorrente
Ingredienti per 2 persone
100 gr di cioccolato fondente
1 dl d panna fresca
90 gr di cioccolato bianco
2 cucchiaini di caffè solubile
Fiorellini di zucchero per decorare

Per prima cosa spezzetta il cioccolato fondente, mettilo in un pentolino e scioglilo a bagnomaria. Disegna su un foglio di carta da forno otto cuori, devono essere tutti della stessa grandezza, adesso spennella tutto l’interno del disegno con il cioccolato che hai fuso e che lascerai indurire completamente.

Quando il cioccolato sarà freddo, stacca delicatamente i cuori dalla carta. Adesso fai sciogliere il caffè nella panna, poi scaldala in una casseruolina portandola al limite dell’ebollizione. A questo punto unisci il cioccolato bianco, poi mescola, quindi spegni il fuoco e lascia raffreddare completamente.

Monta il composto al caffè con la frusta elettrica fino a ottenere una mousse spumosa. Trasferiscila in una tasca per dolci montata con boccetta liscia e spremi la mousse su sei cuori di fondente, ricoprendoli. Sovrapponi i cuori, terminando con uno fondente, per formare due millefoglie. Decora a piacere con i fiorellini di zucchero colorati e servi.

Come Fare un Rombo in Salsa con Julienne di Verdure

Voglio proporvi oggi un secondo piatto di pesce molto prelibato: il rombo in salsa alla julienne. Se siete appassionati di pesce, in modo particolare del rombo, gusterete questa ricetta con molto piacere. Il tempo di cottura è di circa quarantacinque minuti.

Occorrente
8 tranci di rombo (1,6 kg circa)
6 dl di sidro
Una foglia d’alloro
100 g di carote
2 limoni
100 g di cipolle
100 g di sedano
100 g di burro
2 scalogni
2 cucchiai di farina
1 cucchiaino di prezzemolo tritato
Sale
Pepe

Nettate con cura i tranci di rombo e tuffateli in una terrina piena d’acqua fredda acidulata con il succo di un limone, cui avrete aggiunto un pizzico di sale, per sbiancarne la polpa; lasciateli a bagno per qualche minuto, poi scolateli, sgocciolateli e asciugateli tamponandoli con un canovaccio. Ponete i tranci di rombo in una capace pirofila, bagnateli con 1,5 dl di sidro e la stessa quantità di acqua, aggiungete il sale necessario, qualche grano di pepe, il succo del limone che resta e una foglia d’alloro; passate in forno già caldo (180°C) e fate cuocere per 30 minuti, rigirando delicatamente i tranci un paio di volte.

Nel frattempo, nettate le carote, le cipolle e il sedano, lavateli e tagliateli a julienne; ponete le verdure in una padella con 40 g di burro e lasciatele appassire a calore molto moderato per 15 minuti, senza far prendere loro colore. Dopodiché, fate sciogliere 25 g di burro in un pentolino (grande abbastanza da contenere poi anche la julienne), unite gli scalogni tritati e fateli rosolare dolcemente per 3-4 minuti; quindi bagnate il soffritto con il resto del sidro, alzate la fiamma e lasciate consumare il liquido fino a quando si sarà ridotto della metà; aggiungete allora il fondo di cottura del pesce (già filtrato) e mettete in caldo i tranci.

A questo punto, lavorate il resto del burro con la farina fino a ottenere un composto omogeneo; aggiungetene un pochino alla volta al miscuglio di sidro, incorporandolo con cura, e lasciate sobbollire dolcemente per qualche minuto, fino a quando avrete ottenuto una salsetta fluida. Unite allora la julienne di verdure e il prezzemolo tritato, regolate di sale, cospargete con una macinata di pepe e lasciate insaporire per 2 minuti. Intanto private i tranci di rombo della pelle, disponeteli sul piatto di portata, copriteli con la salsetta e la julienne di verdure e servite.

Come Fare un Ritratto con il Carboncino

Non è vero che sa disegnare bene solo chi possiede una dote naturale o è particolarmente dotato. Ricordati che per raggiungere soddisfacenti risultati sono necessarie volontà, costanza, una buona dose di passione e di impegno. In ultimo non dimenticare di aggiungere una goccia d’amore nelle cose che fai.

Occorrente
Matite hb 4b 8b cretacolor
Carboncino nero cretacolor
Carta da spolvero 34.5 x 49
Tempo di esecuzione 5 ore

Scegli una carta da disegno morbida e porosa in modo da ottenere effetti sfumati più particolari, matite di varie gradazioni e intensità, carboncino per creare vaste zone d’ombra.
Sfumini usati strofinando sui tratti a matita o a carboncino per ottenere sfumature estremamente delicate. Gomma e gomma matita per le correzioni.

Inizia creando la forma di base della testa tracciando con estrema leggerezza, ogni cosa prima di essere dettagliata deve passare lo stato della bozza, compresi gli elementi. Inizia a disegnare il volto partendo dal naso, in modo da regolarti con la direzione del volto,gli occhi e la bocca, lasciando i capelli per ultimi.

Un ritratto deve possedere un complesso chiaroscurale in grado di valorizzare la tridimensionalità del soggetto da rappresentare, comincia quindi a creare le ombre dove ci sono, lasciando più chiari i punti dove c’è luce.
Una volta finito il volto passa al resto del ritratto attenendoti sempre alla luce e l’ombra. Aiutandoti con lo sfumino e del carboncino inizia a sfumare le zone d’ombra,infine usa una gomma per accentuare le zone di luce.

Come Evitare la Corrosione della Carrozzeria dell’Auto

Durante la stagione invernale, soprattutto le strade del nord, vengono cosparse di sale, per evitare che il ghiaccio o la neve si solidifichino. Questo, da un lato aiuta il guidatore a stare più tranquillo durante la guida, ma dall’altro, a lungo andare rovina la carrozzeria dell’auto dello stesso. Ecco come evitare che questo avvenga.

Dopo La Stagione Invernale La prima cosa da fare, è quella di lavare periodicamente l’auto, anche durante la stagione invernale. Questo fa sì che non ristagnino tracce di sale sulla carrozzeria, evitando la formazione di ruggine, soprattutto in punti dell’auto non immediatamente visibili. Quindi, almeno una volta al mese, preoccuparsi di lavare la propria auto.

Per fare questo, vi consiglio di rivolgervi a lavaggi non superficiali, o meglio ancora, di recarvi voi stessi presso i self service. Infatti presso questi centri, decidete voi come e per quanto pulire la vostra auto. La cosa fondamentale è quella di pulire per bene tutto l’avantreno dell’auto, i sottoscocca.

Non dimenticate i parafanghi, gli ammortizzatori sia anteriori che posteriori. Appena avete lavato per bene le parti “meccaniche”, preoccupatevi di lavare anche le insenature degli sportelli. Quindi apriteli e lavate le traverse del telaio degli sportelli e del cofano anteriore e posteriore.
Al termine del lavaggio, è consigliabile utilizzare una cera protettiva, prodotti che servono per dare protezione alla vernice della carrozzeria.
Potete stare tranquilli, perchè solo così sarà difficile che la carrozzeria si corroda.

Come Fare la Messa in Piega da Soli

Risulta essere sabato sera e i tuoi capelli sono un disastro, Non hai tempo, voglia o soldi per andare dal parrucchiere? Niente paura! Con un po’ di pazienza (di energia nelle braccia!) e gli strumenti adatti puoi mettere in piega da sola la tua massa di capelli lunghi!

Dopo aver lavato i capelli tamponali con una spugna per eliminare l’acqua. Quindi distribuisci per tutta la lunghezza una o due noci di schiuma. Usa un tipo “forte” se hai i capelli lisci, per evitare che ritornino spaghetti troppo in fretta; per i capelli ricci o mossi scegli invece una schiuma a tenuta media o leggera. Dopo aver distribuito la schiuma pettina i capelli delicatamente, partendo dalle punte e risalendo fino alla radice: in questo modo eliminerai gli eventuali nodi senza rischiare di spezzare il capello.

Mettiti a testa in giù e dai una asciugata con il phon, per eliminare l’umidità residua. Quando inizi la piega i capelli devono essere quasi ancora un po’ bagnati. Quando sei pronta, parti dalla nuca: con il dito mignolo o con l’aiuto del manico sottile di un pettine, separa una ciocca non troppo grande e raccogli il resto della chioma in cima alla testa con una pinza. Metti il beccuccio sull’asciugacapelli, in questo modo l’aria calda sarà ben direzionata.

Tieni saldamente in una mano la spazzola della dimensione che avrai scelto (più il diametro della spazzola è piccolo, più saranno piccoli e stretti i boccoli), appoggia la spazzola sotto alla ciocca e il più possibile vicino alla testa, con l’altra mano prendi l’asciugacapelli, puntalo abbastanza vicino alla spazzola e accendilo al massimo. Fai scivolare la spazzola lungo la ciocca e accompagna con l’asciugacapelli, poi torna indietro arrotolando la ciocca intorno alla spazzola. Ripeti questa operazione per un paio di volte e comunque finché la ciocca è completamente asciutta.

Concludi l’operazione tenendo con la ciocca, ancora calda per l’ultima passata di asciugacapelli, arrotolata attorno alla spazzola per almeno mezzo minuto, in modo che i capelli si raffreddino in quella posizione e “prendano la piega”. Passati circa 30 secondi srotola la spazzola, quindi riarrotola la ciocca intorno al tuo dito e fermala alla base della nuca con una pinza.

Procedi nello stesso modo su tutta la testa. Puoi lavorare in modo “preciso”, dividendo la testa in tre fasce verticali, dalla nuca alla fronte e scegliendo le ciocche dal basso verso l’alto. Ma se procederai scegliendole in maniera casuale, i boccoli andranno in direzioni diverse e daranno maggior volume all’acconciatura. Quando arrivi alla fronte, se hai la frangetta asciugala come fai di solito, altrimenti procedi con le ciocche davanti come per le altre.

Alla fine avrai tutti i boccoli raccolti in una pinza alla base della testa. Scioglili e mettiti a testa in giù e squotila; dai una veloce passata di phon per scaldare appena i capelli, quindi raccoglili di nuovo sulla testa e fermali con la pinza: in questo modo si fermerà definitivamente la piega. Tienili così fin quando puoi (se vai a dormire fermali con un elastico anziché con la pinza). Quando li scioglierai, vai di nuovo a testa in giù per dare volume e, se lo ritieni necessario, dai una leggera spruzzata di lacca per fermarli.