Press "Enter" to skip to content

Come Preparare Brigidini di Lamporecchio

I Brigidini sono dei tipici dolci di Lamporecchio, località in provincia di Pistoia. Sono delle cialde molto friabili e grandi. Risulta essere facile acquistarlo nelle fiere e sagre toscane, o come prelibatezza Luna Park, venduto da ambulanti che lo preparano all’istante tramite apposita macchina, confezionandolo in un tipico sacchetto trasparente dalla forma stretta e molto allungata. L’origine di questo dolce pare derivi da uno sbaglio fatto durante le preparazione di ostie in un convento locale di monache devote a Santa Brigida, monaca brigidine appunto, da cui anche l’origine del nome.

Occorrente
1 tazza di farina per torte
2/ 3 di tazza di zucchero
3 uova
1 cucchiaio da tavola di semi di anice o anice liquido
Un pizzico di sale
Un pizzico di estratto di vaniglia (opzionale)
Uno stampo per brigidino o un ferro con piatti piani

Mettere la farina su un tavolo e formare un cumulo circolare.
Creare un incavo sulla sommità (a forma di vulcano) assicurandosi di mantenere un leggero strato di farina sulla base. Aggiungere lo zucchero all’interno dell’incavo, poi le uova intere (sopra allo zucchero), gli anicini e due/tre cucchiai d’acqua. Se utilizzate l’anice liquido non aggiungete acqua.

Con la punta delle dita iniziare a miscelare l’acqua e le uova, in modo circolare e sempre nello stesso senso, affinché formino un liquido omogeneo.
Continuare a miscelare molto lentamente in maniera che il liquido inizi ad assorbire prima lo zucchero e poi, piano piano, tutta la farina fino a fare diventare la pasta liscia e morbida. Fatene una pasta piuttosto soda, lavoratela colle mani sulla spianatoia e formatene delle pallottole grosse quanto una piccola noce.

Riscaldare lo stampo per i brigidini o i piatti caldi in modo che brucino e mettete la piccola noce di pasta su uno dei piatti, unire l’altro piatto bollente finché il brigidino è fatto, a quel punto il brigidino dovrebbe essere croccante.
Potete anche, utilizzando lo stampo, voltarlo di qua e di là direttamente sopra il fornello ardente, fermandovi quando avranno preso colore.

Be First to Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *